Una lettera al Sindaco

di Pino Castellana   

  

Il nostro futuro candidato Sindaco per le Elezioni Amministrative del 2015, scrive al Sindaco in merito alle proprietà (edifici, locali, terreni) del Comune di Mola di Bari.

La lettera è del 19 maggio scorso, ma ad oggi, non c'è stata ancora alcuna risposta.

Ecco il testo della lettera.

 

 

           

Egregio Sindaco di Mola,

Le chiedo di rendere pubblico, in maniera semplice e diffusa, l'elenco dei beni immobili (case e terreni) di proprietà del nostro Comune.

E' un Suo dovere, per il fatto che dette proprietà sono di tutti i molesi, i quali non sanno di essere proprietari di cotanta disponibilità immobiliare.

In molte occasioni, Signor Sindaco, Lei ha dichiarato che non ha la libertà di operare e prendere l'iniziativa, poiché le varie Leggi conferiscono la competenza esclusiva ai Signori Dirigenti comunali.

Ora, al di là delle comode scuse dettate dalla necessità di tirarsi fuori, ogni volta, da eventuali responsabilità, mi permetto di avanzarLe una proposta “indecente”: la prossima volta, votiamo NON per un Sindaco, ma votiamo solo i dirigenti comunali, che devono venire a rispondere in Consiglio...

Insomma, signor Sindaco, fuori da ogni paradosso provocatorio, io La chiamo a rendere noto L'ELENCO COMPLETO DELLE CASE, DEI LOCALI E DEI TERRENI DEL NOSTRO COMUNE.

Elenco completo, come una bella pizza fumante, su cui deve apparire, in maniera esaustiva e trasparente, tanto l'indirizzo delle case, quanto (nel caso dei terreni) il numero di Foglio e Mappale catastali.

Detto elenco deve ricomprendere anche il nome degli attuali “affittuari” (chiamiamoli così...) e la posizione contabile dei canoni corrisposti nel tempo.

Che bell'esempio di vera trasparenza Lei darebbe...e non sto scherzando!

Conosco le mille resistenze, i retaggi del passato e le mille voci che girano: però, qui e ora Lei deve pubblicare questo elenco completo, completo dei cosiddetti “affittuari” e/o “conduttori” (diciamo così...!).

Il nostro Comune ha dato tanti soldi ad una Società privata, per un lavoro di censimento di tutta questa proprietà dei cittadini tutti.

Allora, ci faccia conoscere l'elenco, in modo che ognuno possa guardare e capire come viene gestito il patrimonio comunale, cioè “comune”.

Non faccia finta di niente, in quanto per la seconda volta il Comune non mi ha dato l'accesso agli Atti, nemmeno per ricevere un numero di Protocollo (richiesta Atti lavori Lungomare)

Io aspetto, Lei forse spera che torni il silenzio, ma l'elenco deve esser reso di pubblica conoscenza, adesso!

Distinti saluti.

Giuseppe (detto Pino) Castellana

 

 

Webmaster ciemmepi