La CENSURA di Città Nostra

di Redazione LiberiamoMola  

  

Riceviamo da un nostro assiduo lettore “Enricopio” una mail che, per il suo contenuto, eufemisticamente definiamo sconcertante.

Enricopio ci prega di pubblicarla e noi lo facciamo volentieri, ma vogliamo accompagnare questa sua segnalazione con alcune nostre considerazioni.

Ciò che il nostro Enricopio denuncia, è la sorprendente ed inquietante censura che il blog di Città Nostra opera su alcuni post.

Ed è esattamente quello che è successo al nostro simpatizzante Lettore.

Egli ha postato, come si suol dire, un suo commento a proposito delle “denunce del presidente della sagra”, Antonio Del Vecchio.

Il post di Enricopio è stato “bloccato” con un laconico messaggio “il tuo commento è in attesa di approvazione”; e dopo quasi 24 ore, questa approvazione non è stata ancora concessa.

L’aspetto inquietante della faccenda non è la possibilità che i blogger si concedono di usare un “moderatore”, che, come certamente saprete, ha la funzione di filtro (filtro, non censura!).

La cosa è più che normale e legittima; serve per impedire che chiunque, avendo libero accesso, ancorché registrato, lasci dei commenti offensivi, ingiuriosi o zeppi di parolacce.

No! Nel caso di Enricopio, niente di tutto questo.

Ora, poiché altri commenti sono stati accettati in tempo reale, vuol dire che la “censura” è specifica su quel nome… In altre ed in poche parole, Città Nostra NON GRADISCE I COMMEMNTI DI ENRICOPIO, qualunque essi siano e sebbene non ingiuriosi ed offensivi...

Ed allora, a fronte di una inopportuna e quanto mai sgradita censura di Città Nostra, pubblichiamo noi i commenti di Enricopio, il quale ha anche scritto una lettera al Direttore, Lucarelli.

Inutile dirvi che anche la lettera è ancora in “attesa di approvazione”...

Poiché la censura non fa parte della nostra cultura, è per questo che la condanniamo da qualsiasi parte venga.

Possiamo, tuttavia, comprendere, ma non giustificare, le ragioni per le quali questi provvedimenti censori intervengano. A volte “ragioni superiori” - che noi poveri mortali non possiamo capire – impongono odiose decisioni di zittire voci scomode (ma non si definiscono, costoro, democratici e contrari a qualsiasi forma di repressione della libertà di pensiero e di espressione? Boh? Forse negli anni ci siamo persi qualche passaggio e, dunque, ora non siamo in grado di comprendere fino in fondo queste forme vessatorie della libertà di pensiero!…).

Ma torniamo al nostro ragionamento.

Dicevamo “ragioni superiori”.

E quali potrebbero essere queste ragioni così superiori da giustificare una repressione così becera del libero pensiero di un Cittadino?

Non sarà che questa forma ripugnante e spregevole di censura è finalizzata a mantenere “immacolato” il nome del Nostro Presidente del comitato organizzatore della Sagra del polpo, perché in odore di ricevere qualche incarico dall’Amministrazione e non sarebbe carino se si “chiacchierasse” sul suo nome prima ancora di ricevere l’investitura?...

Mistero.

Ma se così è, presto ne avremo la conferma.

A noi non resta che pubblicare il documento che ci ha inviato Enricopio e concludere con il pensiero finale che egli ha preso in prestito da un famoso uomo politico italiano: “A pensar male si fa peccato, ma il più delle volte ci si azzecca!!!”

 

 

A seguire, il post censurato e la lettera scritta al Direttore di Città Nostra Lucarelli.

Se volete la documentazione originale, non dovete far altro che prenderla qui sotto

documentazione originale

 

 

Il commento censurato di Enricopio

 

Il 19 novembre del 2009, Antonio Del Vecchio scriveva una lettera – in qualità di Presidente del Consiglio 1° Circolo Didattico a Liberiamo Mola – che la pubblicava integralmente

Prima di scrivere queste righe ed inserirmi anch’io nella discussione, ho voluto fare una piccola ricerca. Sono andato sul sito http://www.liberiamomola.it ed ho visto che la lettera dell’allora Presidente del Consiglio 1° Circolo Didattico era ancora disponibile (chi volesse rileggerla o leggerla per la prima volta, la trova a questo indirizzo:

http://www.liberiamomola.it/Mola/Archivio/circolodidattico.htm

A rileggere quelle parole forti contro l’allora Sindaco Berlen, mi viene il sospetto che il dubbio di Pino Castellana (…l’hanno invitata a scrivere?!) sia più che legittimo...

Come mai tanto accanimento nei confronti dell’ex Sindaco e tanta pazienza e tolleranza nei confronti del nuovo? Forse che i problemi cui si riferiva nella sua lettera di 23 mesi fa, sono tutti risolti? E se così fosse, chi li ha risolti? L’ex Sindaco (indolente, perché non gli rispondeva) Berlen, al quale aveva promesso “dura ed estenuante battaglia” che sarebbe continuata “più vigorosa e incessante di prima”, oppure il più pacioso Sindaco attuale verso il quale si spertica in difese d’ufficio, oggettivamente, davvero insostenibili?

Forse un po’ più di coerenza, non guasterebbe, che ne dice Sig. Del Vecchio?

E a proposito di coerenza, mi vengono in mente le parole di un importante statista inglese, Winston Churchill, “il rimangiarmi le mie parole non mi ha mai dato l’indigestione” ed io credo che il Presidente del Consiglio del 1° Circolo Didattico (lo sarà ancora?) problemi di digestione, nonostante abbia mangiato i polpi vietnamiti, non ne abbia mai avuti...

 

il tuo commento è in attesa di approvazione.

 

 

La lettera che Enricopio ha scritto al Direttore di Città Nostra

 

Caro Lucarelli,

oggi pomeriggio avevo lasciato un commento sul tuo Blog.

Il commento era stato “postato” immediatamente dopo quello di “Bonus”.

Al posto del mio commento, vi é un tuo rimbrotto nei confronti di Bonus… Per carità, legittimo.

Ma mi chiedo: che fine ha fatto il mio commento? Perché é stato censurato, visto che non conteneva alcuna ingiuria nei confronti di nessuno, ma richiamava solo alla coerenza il sig. Del Vecchio?

Questo, secondo te, significa essere democratici ed avere rispetto delle idee altrui?

Che fine ha fatto il principio di Voltaire?

Mi sembra che un tempo lo condividevi, o ricordo male?

Non mi accosterò mai più a Città Nostra. Hai dato una pessima lezione di partigianeria…

Ci sono altre testate a Mola più democratiche della tua. Mi rivolgerò a loro anche perché mi pubblichino il commento lasciato nel pomeriggio e questa lettera che, immagino, verrà cestinata insieme al commento.

Nessun cordiale saluto.

Enricopio.

 

P.S.: Sono certo di essere stato vittima di “censura preventiva”.

Dopo aver lasciato il commento, ho letto, in calce a quanto avevo scritto “il tuo commento è in attesa di approvazione”.

E cosa c’era scritto di tanto ignobile da non meritare l’approvazione?

Ma non è che c’è un filtro sul mio nome, visto che in passato ho espresso critiche aspre, sebbene civili, nei confronti di questa Amministrazione Comunale che voi invece difendete a spada tratta?

A pensar male si fa peccato, ma il più delle volte ci si azzecca!!!

 

il tuo commento è in attesa di approvazione.

 

 

 

 

Webmaster ciemmepi