Il Giro d'Italia a Mola

di LiberiamoMola

  

 

Testo del volantino diffuso da LiberiamoMola

 

 

 Mola di Bari, con la costa abbandonata, l'itinerario del paese completamente costellato di buche, diverse inchieste della Magistratura, il porto ormai al collasso, disoccupazione da paura, l'agricoltura priva di promozione, tantissimi problemi legati all'inquinamento, alle strutture di pronto intervento sanitario, tante risposte che non arrivano mai e che riguardano i soldi da pagare per i suoli dell'ex Cinema Castello, la chiusura lavori del Lungomare, i collaudi, il vecchio Municipio, il collasso del tessuto commerciale, la legalità diventata un “optional verbale”,una realtà simile all'albero della cuccagna.

Mola di Bari, dove il Comune si chiama fuori (contraddicendo quanto disciplina la legge), dall'intervenire di tasca propria per sostenere le spese di tantissimi cittadini svantaggiati e, in particolar modo, di quelli diversamente abili.

Ma, se si tratta di intervenire in tutta fretta per due ore di frenetico “apparire”, in barba ai bilanci ed alle valutazioni di cassa, “si aprano pure le danze”.

Per fortuna il tempo è galantuomo e presenterà presto il Conto!

Non ci prenderete «IN GIRO»!!!

 

 

 

Webmaster ciemmepi