Lettera di un Genitore della "De Filippo" 

  

Buongiorno,

mi chiamo V. C. abito a Mola di Bari, anche se non ne sono originario, da più di 10 anni.

Scrivo per denunciare la situazione delle scuole del I circolo, seguendo e appoggiando le idee e iniziative del Presidente Antonio Del Vecchio, con il quale ultimamente sto cercando di tenermi in contatto per appoggiare la sua ormai lunga lotta con l'Amministrazione nel tentativo di ottenere risultati concreti riguardo gli innumerevoli lavori di ristrutturazione e adeguamento alle nome ai quali le nostre scuole dovrebbero essere sottoposte regolarmente.

Purtroppo, nonostante la caparbia attività del Presidente Del Vecchio, anche per l'inizio dell'anno scolastico in corso, l'Amministrazione non ha provveduto, escludendo iniziative nemmeno degne di nota, alla sistemazione delle scuole del primo circolo, delle quali ho diretta esperienza tramite i miei due figli.

In particolare, nel plesso De Filippo, ho trovato l'aula di mia figlia, quella al piano superiore, in condizioni quasi impresentabili, con i muri sporchi, pezzi di intonaco mancanti, vetri unti e mancanza di forniture essenziali, come i pennarelli per la lavagna.

Alcuni genitori, presi dallo sconforto, hanno deciso personalmente di intervenire per effettuare pulizia e sistemazione dei muri di diverse aule!

Nella scuola materna, poi, quella, per intenderci, nei pressi del cosiddetto "colosseo", vi sono evidenti infiltrazioni dal soffitto, mancanza di misure elementari per la sicurezza dei bambini piccoli, come tappetini (il pavimento è freddo e scivoloso), banchi con gli angoli smussati e manutenzione del muro e del cancello perimetrali, con i quali i bambini hanno giornalmente contatto in occasione delle uscite all'aria aperta.

Qui il muro cade a pezzi e la cancellata è talmente arrugginita che ci si fa male a toccarla. Incredibile! Stiamo parlando di una struttura che ospita bambini piccolissimi, che non possono avere a quell'età alcuna coscienza dei pericoli.

Stiamo cercando, in questo periodo, di incontrarci per cercare di creare iniziative comuni che consentano di portare maggiormente alla luce i disagi procurati da queste mancanze dell'Amministrazione sulla vita scolastica dei nostri figli.

Una delle difficoltà più grandi è quella di coinvolgere i genitori in maniera attiva, per cui si verifica la paradossale situazione nella quale tutti si lamentano, ma molti si tirano indietro nel momento in cui c'è da passare dalle parole ai fatti, anche se questi si traducono in una semplice adesione agli incontri fra i genitori organizzati dal Presidente di Circolo.

Cordiali saluti.

V.C.

 

 

 

 

Webmaster ciemmepi