Querelle Patano - Comune di Mola di Bari

di Clemente Pansa   

  

Sta prepotentemente tornando alla ribalta la vecchia questione sul contenzioso che vede contrapposto da una parte il Comune di Mola (resistente), dall’altra il Sig. Patano (opponente) di Triggiano, ex proprietario del Cinema Castello di Mola.

La questione, lo ricorderete tutti, riguardava il ricorso fatto dal Patano al TAR Puglia nel quale rivendicava un risarcimento per il rientro in possesso dell'area su cui sorgeva il Cinema…

Il TAR, all’epoca gli diede torto, ma ora il Consiglio di Stato ha accolto le richieste del Patano e per questo esiste una concreta possibilità che il Comune di Mola debba risarcirlo con una cifra che, stando alle prime stime ed indiscrezioni, dovrebbe aggirarsi intorno ai 2 milioni di euro (spicciolo più, spicciolo meno).

Naturalmente c’è da chiedersi: Chi pagherà?

Ma è ovvio: i soliti fessi, vale a dire i Cittadini (tutti) di Mola!

Purtroppo in tali questioni, ricercare un colpevole che abbia nome e cognome è impresa ardua ed impossibile. Si sa, purtroppo, che in simili circostanze la colpa è sempre risultata “orfana”…

Ma stavolta i Cittadini per bene non ci stanno.

I “colpevoli” hanno nomi e cognomi. Siano essi ex Amministratori (Sindaci o Assessori) piuttosto che Dirigenti o funzionari comunali, sarà facile individuarli dalle carte dell’Archivio del Comune, dai verbali delle Commissioni, dai verbali di Giunta o da quelli del Consiglio Comunale, stavolta i nomi ed i cognomi salteranno fuori.

E come se salteranno fuori!

La nostra Associazione sta predisponendo la costituzione di una Commissione di esperti che, se sarà il caso, si costituirà parte civile nell’eventuale processo di richiesta di risarcimento a carico del Comune e chiederà l’accesso agli atti per verificare responsabilità, omissioni ed eventualmente abusi da parte dell’Amministrazione nella vicenda “esproprio” dell'area…

Tenetevi pronti perché noi stiamo già scaldando i motori….

 

P.S.: Se qualcuno è interessato, può leggere il dispositivo del Consiglio di Stato in merito alla questione (leggi il dispositivo)

 

 

 

Webmaster ciemmepi